“Sacro Graal” – acrilico su vetro Ø35

664
852
                                                                                
Michele Sabatino
Copyright © 2014
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Annunci

“La nascita di un fratello” – acrilico su tela 70×100

la nascita di un fratello

Anna Heloisa Ciao Michele Sabatino, Bellissimo lavoro in acrilico! Sei un artista con grande abilità, complimenti.

Claudia Mantelli Grazie Michele Sabatino perché mi piace molto il surrealismo Claudia Mantelli

Gigio Gabrieucig very nice!!! bellissimo !

Michele Sabatino
Copyright © 2014
TUTTI I DIRITTI RISERVATI

“Moonlight & two stars” – acrilico su tela 30×30

moonlight-&-two-starsMichele Sabatino
Copyright © 2014
TUTTI I DIRITTI RISERVATI

“I cani di regime” – acrilico su tela 90×70

cani di regime

Vorrei dedicare questa tela ai padroni del vapore e di tutta quella schiera di giornalisti televisivi e della carta stampata che infestano i canali del piccolo schermo e le pagine dei giornali con la loro presenza assidua, fatta di prostituzione intellettuale nei confronti del potente di turno e dato che siamo prossimi alle elezioni europee sicuramente staranno affilando le armi per fare a gara a chi disinforma di più, che poi è l’attività che sanno fare meglio pur di mettersi nelle tasche i loro stipendi e allo stesso tempo continuare ad essere una delle cause del declino di questo paese composto da tante persone oneste che per tanti anni hanno dovuto sorbirsi le tante lodi sperticate che hanno tessuto nei confronti di personaggi politici che nulla avevano di diverso rispetto ai delinquenti comuni. Probabilmente le persone oneste continueranno a subirle, ma quanto tempo ancora dovrà passare fino a che smetteremo di sopportare questi corrotti che non riescono di fare a meno di propagandare tutti questi malfattori?
Non gli basta che questo paese sia in crisi, non fanno nulla per chi li guarda o li legge, anzi hanno sempre fatto esclusivamente gli interessi dei loro editori, a loro volta collusi con il potere. L’Italia è un paese infelice, ma come si può pensare di ricostruirlo quando i suoi giornali, telegiornali e talk show sono inguardabili? Ma come si può chiedere ad un uomo di costruirsi una propria opinione quando c’è una lottizzazione da fare paura nei tg oppure quando tutte le maggiori testate giornalistiche, dal Corriere della Sera al Fatto Quotidiano, dal Giornale alla Repubblica dicono cose diverse tra loro? Questo non è pluralismo dell’informazione ma mercenarismo diversificato. Ognuno impegnato a tirare acqua al mulino della propria parrocchia mentre questo paese chiede aiuto ma non è ascoltato. A loro va tutto il mio disprezzo, per quanto gliene possa fregare perché loro tanto mangiano, bevono, fottono, ridono e se la spassano alla faccia di tutti. E gli va sempre bene, sono anni che assistiamo a sconcertanti litanie su giornali importanti, su talk show che vengono guardati da milioni di telespettatori e questo spettacolo orribile viene reiterato quotidianamente, ossessivamente alle spalle degli italiani a malapena difesi dalla giustizia. Io penso che anche un pittore debba descrivere a modo suo lo sfacelo dei tempi che viviamo altrimenti questi tempi beffardamente rischieranno anche di passare inosservati, come se ci fossero scivolati addosso. Tante cose devono cambiare, si spera non lentamente perché siamo stufi di vivere in un’epoca perennemente di passaggio.

——————————-

“Les chiens du régime” – (acrylique sur toile 90×70)
Je voudrais dédier cette peinture à la puissante et à toute l’armée des journalistes de la télévision et la presse écrite italiennes qui infestent les chaînes de télévision et des pages de journaux avec leur présence constante, fait de la prostitution intellectuelle alors que c’est l’activité qu’ils font le mieux afin d’obtenir leurs chèques de paie dans les poches et en même temps continuer à être l’une des causes du déclin de ce pays composé de beaucoup d’honnêtes gens qui depuis plusieurs années ont eu à subir la autant d’éloges qui ont tissé contre les politiciens qui sont en aucune façon différente de criminels de droit commun.

——————————-

Michele Sabatino
Copyright © 2014
TUTTI I DIRITTI RISERVATI

“Un’altra primavera” – acrilico su tela 70×90

un'altra primavera

Aurora Mollica vi è racchiusa la forza, la pazienza, l’attesa, e l’ambizione che si proietta instancabile verso obiettivi sempre rinnovati.. Buona primavera. Grazie a te, Michele

Grandi NinoBellissimo….sintesi surrealista di difficile interpretazione…ma, anche così, attraente e armoniosa…Complimenti!

Anna Borella..scorrono ruscelli, fioriscono gli alberi… guizzano antiche verdi nuove lucertole… la primavera incantata esce dal suo castello.. nel rosa dell’alba.. Grazie sempre Michele

Sabato GifuniMi farei volentieri un viaggio anche io tra pensieri , dipinti e parole in musica

Michele Sabatino

Copyright © 2014

TUTTI I DIRITTI RISERVATI

“Crateri metropolitani” – acrilico su tela 90×70

crateri metropolitani

Quando dipingevo i miei crateri metropolitani sapevo che avrei avuto la possibilità di realizzare un’opera insolita che narrasse di luoghi nascosti dell’anima, lunari, dai colori bronzei, alle spalle di macchine post-industriali decadenti; eppure non provo  nessun tipo di rancore per una società che ci ha lasciato così tanto inquinamento.

Amo piuttosto la brillantezza delle tinte, il loro mutare secondo le condizioni della luce. Rovescio il sacco della mente e da lì si ammucchiano dei simboli casuali della mia memoria simile a un fiume che lascia dei rifiuti che successivamente si ricompongono e si legano tra loro per formare una nuova macchina sulla tela formata da un gabbiano, una testa robotica, una bottiglia,  come quella dell’ex fabbrica Cirio per esempio, un’automobile, una ciminiera, dello smog, un’ala meccanica, una scala, dei bulloni, delle putrelle, degli ingranaggi e dei detriti di un mondo che forse un giorno svanirà per lasciare spazio ad altro, tanto, come cita il grande fisico Stephen Hawking, i buchi neri non esistono più.

7Quand j’ai peint mes cratères métropolitaine savais que je devais la possibilité de créer un travail inhabituel déclarent à des endroits cachés de l’âme, la lune, la couleur bronze, derrière décomposition machines post-industriels, mais je ne me sens pas n’importe quel genre de rancune une société qui nous a laissé tant de pollution.

J’aime l’éclat des couleurs plutôt, leur changement selon les conditions d’éclairage. Inverser le sac de l’esprit et de là vous empilez des symboles aléatoires de ma mémoire comme un fleuve qui laisse déchets réunir plus tard et se lient ensemble pour former une nouvelle machine sur la toile constituée d’une mouette, une tête robotique, un bouteille, comme celle de l’ancienne usine Cirio par exemple, une voiture, une cheminée, le smog, une aile mécanique, une échelle, les boulons, les poutres, les engrenages et les débris d’un monde qui peut-être un jour disparaître faire de la place pour plus, tant que mentionne le grand physicien Stephen Hawking, les trous noirs n’existent plus.

11Cuando pinté mis cráteres metropolitana sabía que tenía la oportunidad de crear una obra tan inusual declaran a lugares ocultos del alma, la luna, los colores bronce, por detrás de las máquinas en descomposición post-industrial, sin embargo, yo no siento ningún tipo de rencor una sociedad que nos ha dejado tanta contaminación.

Me encanta el brillo de los colores más bien, su cambio de acuerdo a las condiciones de luz. Invierta el saco de la mente y de allí a acumular de símbolos al azar de la memoria, como un río que deja residuos que posteriormente reunirse y se unen entre sí para formar una nueva máquina en el lienzo hecha de una gaviota, una cabeza robótica, un botella, como el de la antigua fábrica de Cirio por ejemplo, un coche, una chimenea, el smog, un ala mecánica, una escala, los pernos, las vigas, los engranajes y los escombros de un mundo que tal vez un día se desvanecerá hacer espacio para más, por lo tanto como menciona el gran físico Stephen Hawking, ya no existen los negros agujeros.

4Marco Dalissimo Veramente intenso, il meccanismo sembra fondersi con fiumi e crateri sparsi quà e là. Anche gli elementi reali come la ciminiera inducono al sogno, forse del tempo che viviamo , ma pur sempre sogno !!

Michele Sabatino

Copyright © 2014

TUTTI I DIRITTI RISERVATI

“Passage” – acrilico su tela 70×50

passage                                                                                     (collezione privata)

Quando si parla di un proprio quadro emerge la voglia di mostrare agli osservatori il contenuto delle proprie idee trasferite su di una tela e a volte si perde il gusto del transfert originale del pubblico sulla tela e per questo che rimane un elemento facoltativo leggere le didascalie di un autore. Nel caso di “passage” la lettura di ciò che ha da dire l’autore rimane un segno fondamentale per interpretare lo spirito di questa pittura che vuole mettere in evidenza un momento di dolore che segna la vita di una persona e dei suoi familiari attorno, alle prese con quella difficile e tormentata battaglia contro il male del secolo che  affligge  questa società e che si chiama cancro, che costringe le persone a spogliarsi della propria dignità e a combattere una battaglia parallela a quella della vita normale che tanto si desidererebbe. Quando le carni vengono strappate per estirpare questo demonio che costringe molti sogni a volare via e a ridurre la vita a sofferenza, dolore e medicinali inviandoci ad una visione del mondo alla rovescia, lasciando nella più cupa apprensione chi ci vuole veramente bene; ma per fortuna la vita ci ha insegnato che si può guarire…

1Quand il s’agit de son propre tableau, émerge le désir de montrer aux observateurs le contenu des idées transférées sur une toile et parfois on perd le goût original du transfert du public sur la toile et c’est pourquoi il est un élément facultatif  de lire les sous-titres d’un auteur .

Dans le cas de “passage” lire ce que l’auteur a à dire est un signe d’interprétation de l’esprit de cette peinture qui vise à mettre en évidence un moment de douleur qui marque la vie d’une personne et de sa famille autour d’elle, dans les affres d’une bataille difficile et tourmentée contre le mal du siècle qui sévit dans cette entreprise et que l’on appelle  cancer, ce qui oblige les gens à se départir de sa dignité et de combattre une bataille parallèle à celle de la vie normale. Lorsque la chair est déchirée pour éradiquer ce démon qui oblige de nombreuses rêve de s’envoler et de réduire la durée de vie de la souffrance, de la douleur et des médicaments pour nous envoyer une vision du monde à l’envers, laissant l’appréhension sombre qui nous aime vraiment, mais heureusement, La vie nous a enseigné qu’on peut guérir.

2Cuando se trata de su propio pintura surge el deseo de mostrar a los observadores el contenido de sus ideas transferidos en un lienzo y, a veces se pierde el sabor original de la transferencia de la opinión pública sobre el lienzo y por qué es un elemento opcional leer los subtítulos de una autor.

En el caso de “pasaje” para leer lo que el autor tiene que decir es una señal para la interpretación del espíritu de esta obra que tiene por objeto destacar un momento de dolor que marca la vida de una persona y su familia a su alrededor, en medio de una batalla difícil y atormentado contra el mal del siglo que afecta a esta empresa, y que se conoce como el cáncer, lo que obliga a las personas a despojarse de su dignidad y luchar una batalla paralela a la de la vida normal, por lo que usted desea. Cuando la carne se desgarra para erradicar este demonio que obliga a muchos sueños de volar lejos y reducen la vida de sufrimiento, el dolor y medicamentos para enviarnos una visión del mundo al revés, dejando a la aprehensión más oscuro que nos ama de verdad, pero, afortunadamente, el La vida nos ha enseñado que se puede curar.

3

Pasquale Gerardo Santella Caro Michele, un labirinto arborescente più che ciclomatico.Pur nel groviglio di percorsi interferenti e ciechi e la materializzazione fantasmatica di creature mostruose,si aprono “passaggi” (ritengo questo il senso del titolo) che indicano una oltranza dalla “rete”.La tua è una pittura molto suggestiva, proprio perché offre all’osservatore la possibilità di contribuire ad una delle possibili interpretazioni dell’opera d’arte.
                     michele sabatino Ciao Pasquale a mio avviso il labirinto arborescente mette meglio in evidenza la descrizione grafica e psicologica dell’insieme di questo intricato groviglio che è il percorso di uscita da una malattia grave, mentre ritengo che il dolore in sé abbia delle affinità con la pazzia e come potrai notare dalla bozza del quadro ha una rappresentazione in buona parte ciclomatica. Grazie per la tua analisi che aiuta l’osservatore e l’autore.
foto di michele sabatino.
Marta Tallarico Veo en esta obra las luchas, los miedos las esperanzas, fuerzas que oblican a cambiar lo cotidiano.
Michela Buonagura La rappresentazione labirintica mandalica ben esprime i rapporti di sofferenza e la difficoltà d’uscita. Complimenti.
Antonella Marchesoni è una fortuna riuscire a comunicare le proprie emozioni , ho dipinto un quadro mentre ero in chemioterapia e pensavo fosse l’ultimo …il mio genere è diverso ma le senzazioni sono le stesse …
foto di Antonella Marchesoni.
Antonella Marchesoni ps : secondo me i critici d’arte fanno un corso per non far capire quello che dicono … ha ha ha forse non lo sanno manco loro … bha io preferisco dipingere …
Anna Borella Punte aguzze di un cancello.. che sbarra l’accesso.. rende difficile il percorso.. il sole che nonostante tutto, glorioso e indifferente, continua a sorgere.. il fiume della vita che scorre.. con le sue correnti a tratti insanguinate.. e volti e altri soli e altri giorni.. a consolare e ad abbracciare..
Marie-gabrielle Capone bello davvero …michele non ci si stanca ad osservare questo tuo dipinto, tra forme e colori . sentieri tortuosi, passaggi stretti e spigolosi come la vita. ma non manca e non deve mancare in ognuno di noi quei raggio di sole che, anche se minuscoli in un mondo difficile a comprendere ci riscaldano l’anima…
Fabiana Luceri complimenti Michele, esprime in pieno l’angoscia e il dolore che si prova di fronte a questi tristi eventi che sconvolgono la vita delle persone..
Marta Krevisky Me encanta !!!
Francesco Nigri Un capolavoro..
Tania Parfenuk Nessun colore nero indica che il dolore sarà sconfitto…
Jelena Antic Sono stupendi entrambi: il quadro ed il tuo commento che lo accompagna. Complimenti Michele!
Rosa Sare bello, micky! pur nel dolore si trovano via d’uscita!
Luigina Borghetto grazie, Michele….Nella tua opera “sento” il dolore che limita…. e costringe…e l’impotenza…ai margini….
Fafar Tehran Wowwww……..This one makes me feel out of planet………..Michele Sabatino…it makes me feel like I’m looking at the earth from out of our planet atmosphere, and see also that earth is colourful and happy…………….just like everybody dance and sing the songs of happiness……………
Marta Tallarico Gracias Michele por esta magnífica obra en la que se mezclan distintas energías y convergen o se desplazan sobre la tierra. Veo una lucha , un agón, caminos que todavía no están definidos , una tierra con dos soles, estrellas, distintos planos de la realidad y alegría, mucha alegría. Un nuevo nacimiento. Es bellísima .
Salvina Alba Il dolore ci colpisce ma ci rende più forti e coraggiosi e il tuo quadro trasmette tutto questo!
Nunzia Zambardi …le opere parlano….usiamo i colori ma dipingiamo con il sentimento vivendo l’esperienza di un presente continuo,bellissima la tua espressione…complimenti!!!
Mario Giuliani Arte Grazie Michele, ci fai sempre onore be farci vedere le tue bellissime opere,sono delle interessanti pagine, da leggere,grazie,complimenti…
Daniela Ferraro Ciao, Michele, ti ringrazio per la splendida composizione. Un abbraccio e un augurio per una buona giornata!
Medea Mirzashvili Sono affascinato … grazie Michele….
Eleonora Imperoli Grazie Michele ..bellissimo ..!!!!
Stockfleth Art Come vedere il bene e grazie
Mariarosaria Guarini Espansione è ottimismo puro…
grande Michele Grazie..!!
Valeska Ocampo Grazie mille Michele, siempre me sorprendes, un abbraccione!!
Lina Giudice ‘Esprimere e non reprimere’ questo è il modo giusto per allontanarci dalla paura e qualche volta dalla follia insulsa. Grazie!
Rosa Consenti E molto bello i colori sono stupendi

Michele Sabatino

Copyright © 2013

TUTTI I DIRITTI RISERVATI