“La vita vince sempre” – (acrilico su tela 50×60)

Questo quadro è molto significativo per me come uomo e come pittore in quanto racconta del mio passato recente e  di come sono stato costretto a volte a ripetere come una sorta di mantra che la vita è al di sopra di tutto e di tutte le umane miserie e dunque di trasferire questa invocazione su tela anche in questo periodo difficile e mi riferisco in particolare ad una serie di ingiustizie perpetrate nei miei riguardi da una serie di persone di cui ovviamente non faccio nomi ma chi mi conosce bene sa di chi parlo. Questa gente senza vergogna ha seminato  imperterrita falsità,zizzania,manipolazione  sul mio conto ed appunto ingiustizia…ma come si dice a Napoli “’o Patatern è lungariell ma non scurdariell” e a  tutte queste persone posso dire con certezza che la vita va al di sopra di me e di voi e se sperate che le vostre subdole attività possano essere superiori ecco che allora vi dovete arrendere all’evidenza della vita che,appunto,vince sempre. Questo mio quadro celebra anche il mio ritorno al passato come reazione  di difesa e di salvezza. Ma senza dubbio mai come ora ho sentito l’urgenza di questa “reazione”, di questo ritorno, di questa anamnesi. Per finire mi corre l’obbligo di dedicare questo quadro a tutte quelle stupide comari di Windsor che si sono permesse di giudicarmi pur senza conoscere l’autore ed i fatti e mi hanno condannato come uomo,evidentemente nella loro modesta vita non ne hanno mai davvero conosciuto uno vero,purtroppo per loro.

————————————————–

Ce tableau est très significatif pour moi comme homme et comme peintre parce qu’il raconte de mon passé récent et de comment j’ai été contraint souvent à répéter comme un sorte le mantra que la vie est au-dessus de tout et de toutes les misères humaines et donc de transférer cette invocation sur la toile en cette période difficile et je me réfère en particulier à toutes une série d’injustice perpétrées envers moi de personnes dont évidemment je tairais le nommais qui me connait bien sait de qui je parle.
Cette personne sans vergogne a semé de la fausseté, de la zizanie, de la manipulation sur mon compte et donc de l’injustice… mais comme on dit à Naples “Dieu emploie beaucoup de temps mais il n’oublie pas” et à toutes ces personnes je peux dire avec certitude que la vie va au-delà de moi et de vous et si vous espérez que vos activités puissent être supérieures voilà alors que vous devrez vous rendre à l’évidence de la vie qui, justement, gagne toujours.
Mon tableau célèbre aussi mon retour au passé comme réaction de défense et de sauvetage.
Mais sans aucun doute, jamis comme maintenant, je n’ai senti l’urgence de cette “réaction”, de ce retour,de cette anamnèse. Pour finir, il me faut dédier ce tableau à toutes ces stupides commères de “Windsor”  qui se sont permises de me juger même sans l’uateur et les faits et qui m’ont condamnés comme homme, surement que dans leur modestie vie elles n’en n’ont jamais rencontré un vrai….

—————————————————————————

Este cuadro es muy significativo para me como hombre y como pintor en cuánto cuenta mi pasado reciente y de como he sido obligado a veces a repetir como un tipo de mantra que la vida es por encima de toda y de todas las humanas miserias y punto crucial de también trasladar esta invocación sobre tela a este período difícil y me refiero en particular a una serie de injusticias perpetrada obviamente en mis respetos de una serie de personas de que no revelo nombres pero quién me conoce bien sabe de quien hablo. Esta gente sin vergüenza tiene sembrado impertérrito falsità,zizzania,manipolazione sobre mi cuenta y precisamente injusticia

…pero se dice como a Nápoles a “el Dios nos pone tiempo pero no dimentical” y a todas este personas puedo decir con certeza que la vida va por encima de mí y de vosotros y si esperáis que vuestras solapadas actividades puedan ser he aquí superiores que os tenéis que entonces siempre rendirse a la evidencia de la vida che,appunto,vince. Este mi cuadro el mío también celebra vuelvo como al pasado reacción de defensa y salvación. Pero sin duda nunca como he oído ahora la urgencia de esta “reacción”, de esta vuelta, de este historial. Para acabarme corre la obligación de dedicar este cuadro a todas aquellos estúpidas comadres de Windsor que se han permitido de incluso juzgarme sin conocer el autor y los hechos y me han condenado uomo,evidentemente como en su modesta vida no tienen nunca de ello de veras conocido un vero,purtroppo por ellos.

—————————————————————

This painting is very meaningful for me as man and as painter in how much it tells of my recent past and of as I have been forced at times to repeat as a sort of mantra that life is above everything and of all the human poverties and therefore to also move this invocation on cloth to this difficult period and I report particularly me to a series of injustices perpetrated in my respects by a series of people of which I obviously don’t reveal names but who knows well me they knows of whom i speak.

This people without shame have sowed fearless falsehood, darnel, manipulation on my account and exactly ingiustizia. but as it is said in Naples “the Lord puts us time but he doesn’t forget” and to all these people I can say with certainty that life goes above me and of you and if you hope that your deceitful activities can be superior here that then you must surrender you to the evidence of the life that, note, wins always. This painting of mine also celebrates my return to the past as reaction of defense and salvation. But without doubt never as I have now felt the urgency of this “reaction”, of this return, of this anamnesis. To end races me the obligation to devote this picture to all those stupid housewives of Windsor that are allowed to also judge me without knowing the author and the facts and they have condemned me as man, evidently in their modest life they don’t have indeed never a truth of it known, unfortunately for them.

………………………                              …………………………                                      ……………………………

Commenti degli internauti su questo quadro raccolti da Fb:

 Galia Devedzhieva   Le parole di lei..sono molto forti e piene con verita, per…chi puoi capire!! Bravo e..GRAZIE!!!!
 Angela Ragusa  Michele io non so di cosa parli……….ma guardo il quadro ed è in perfetto stile “Sabatino”..forse solo più scuro ma questo forse ricalca il tuo stato d ‘animo al momento…Vedo una testa sopra un piedistallo come se tu volessi dare impo…rtanza a quella parte di noi che contiene la mente , ovvero l ‘essenza e l essenziale di ogni corpo….Una testa inserita in questo tuo solito mondo fatto di queste forme così baraccheggianti, questi riccioli come tante alghe marine che si lasciano attorcigliar dalle correnti stesse…Io non sono una critica d ‘arte, me ne guardo bene ,ma se devo commentarti devo leggere il tuo dipinto a modo io..poi magari mi dirai che non ho capito niente…Queste forme che si liberano sulla tela hanno un non so che di etereo, di semplice, direi primitivo…come un bisogno di ritrovare se stessi ma rifacendosi a movimenti sinuosi, come tracce lasciate, come orme che vogliono testimoniare un passaggio,quasi dei geroglifici in cui leggere la tua personalità…
Silvia Verkindere ACOMPAÑO CON ESTE CUADRO SIMBÓLICAMENTE A MI “AMIGA DEL ALMA”.ANA, LE MANDO INFINITOS ABRAZOS SANADORES Y COMO SE TITULA EL CUADRO “LA VIDA VENCE SIEMPRE”
Antonella Palermo Caro Michele, non posso ovviamente conoscere nei dettagli le tue vicissitudini, nè ancor meno le persone e le comari alle quali fai riferimento! Mi dispiace tuttavia sapere delle tue sofferenze e delle ingiustizie da te subite e ti auguro… di cuore che la verità ti renda presto giustizia!! Circa la tua opera la trovo molto interessante: mi colpiscono in particolare i colori usati! Ti auguro di cuore tanta serenità! 🙂 Buon proseguimento di serata e dolce notte.
Anna Valerigrazie caro Michele… “il tempo è galantuomo”… ; )
Antonella BotticelliGrazie Michele…pultroppo la vita ci circonda di individui che nn sono degni dell nosto rispetto ,sono persone destinata a strisciare come serpenti nel letame …..e saranno circondati dai loro uguali…le persone vere sono quelle come te che sanno camminare a testa alta e farsi onore della loro umile personalita’ !
Anna Perrone Purtroppo, nella vita si incontrano persone poco intelligenti e mal dicenti, che ci fanno soffrire, ma che ci rendono superiori a loro, perchè ci fanno capire la loro meschinità. Bravo per il dipinto, complimenti!
 Claudio Di Siero Complimenti Michele per il quadro,per la tenacia per la forza. Un grande in bocca al lupo
 Diana Parker Beautiful representation of your feelings! thank you!!! :))
 Francesco Nigri bravo Michele.. vai avanti.. chi vive in quel modo si racconta da solo.. e certo nn racconta l’autenticità che ti appartiene.. bellissimo dipinto..
 Francesco Giunta Grazie Michele. Il tuo tratto è forte e determinato, corrispettivo di una personalità che lascia sgni profondi e indelebili. Del resto non ti curare: è solo polvere al vento. Complimenti sinceri!
 Ute Margaret Saine Quest’opera e’ piena d’ombre, e’ quasi un po’ sepolcrale, e tu ne spieghi le ragioni nel tuo testo. Ma dipingendo, e dipingendo in modo convincente come tu lo fai, trionfi sulle persone invidiose. Avanti Michele!
 Mely T. Mccourt Salas ‎:)graciaaas mr. Sabatini ,un honor para mi! T admiro ..la vida t invade sobre todo a los q hemos tenido la suerte d conocer..grande enfermedad y renacer..bello y energizante.. tu arte kisss thanks keep on:)
 Marie Vi Britannia Genial! Me encanta su manera de expresarse! 🙂
 Pablo Bermudez una tormenta de vitalidad!!!
 Valentino Marra Art L’amore vince sempre… quest’opera parla da sola…complimenti
 Toty Donno Grazie di cuore, buona giornata Michele come sempre….bellissima opera….ciao
 Salvina Alba ‎”Non ti curar di loro, ma guarda e passa”, come diceva il padre Dante, dipingi, ama e vivi perchè, come dici bene, la vita vince sempre!!! bellissimo il quadro, vivace e ben calibrato nei colori…
 Rosanna Biscardi Ti auguro più leggerezza da ora in poi 🙂
 Luisa Seno Mi piace Michele ……… è un quadro che da sensazioni…… io sono una profana nell’Arte ma seguo il mio istinto……. perciò anche se il mio giudizio nn vale niente al cospetto del “popolino” per me questo quadro è bello !!!!!!!!!! Ciaoo un bacione

Annastella Berté

Sai la vita è un ripetersi continuo ,come i flussi ed riflussi storici.
Tu lo chiami mantra. Bene l’arte è elaborazione ,trasmissione di continui stati d’animo dell’artista,in questo caso è per te una rivisitazone della tua vita,un tornare …alle origini e superarle attraverso il messaggio pittorico.
A colui che ammira o guarda un tuo dipinto arriva ciò che poi sono ,i suoi vissuti e li traspone nella tua opera .
Ma questa è la vera missione dell’artista,suscitae emozioni.
Francamente non mi soffermerei,sul giudizio altrui.
Hai dimostrato pian piano attraverso le opere e i tuoi scritti,il tuo essere .
Io penso che un’artista è certamente umano….ma è al di sopra di tutto,perchè parla per sè la sua arte.
Ho trovato splendido quel tuo dipinto….che ti ho commentato l’altro giorno.
Io non scenderei se fossi in te, ad attacchi personali…..per farti conoscere ed apprezzare,ma continuerei a comportarmi come già stai facendo…..attraverso le tue opere ed il tuo pensiero.
Ci si può soffermare sulle cose dette e non andare oltre,ma ciò è solo caratteristica chi non è capace di libero arbitrio o di discernimento.
Infatti la comprensione dell’altro è data solo dalla sua conoscenza,come giustamente dici tu.
E questo ti assicuro può avvenire con tanta eleganza attraverso ,la tua opera e le tue parole.
Grazie da Anna Annastella Berté a Michele Sabatino.

 Paf PittriceLa tua arte è sentita! è bello ciò che riesci ad esternare sulla tela, liberando le tue angosce! Amico mio fregatene.. e continua il tuo cammino, tracciando una distanza da chi non sia riuscito a capirti!

Michele Sabatino
Copyright © 2011
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
Annunci

Acustica I (60×80 acrilico su tela)

Commenti degli internauti su quest’opera:

Roberto Lo Presti Incudine,staffa e martello fan vibrar la membrana timpanica… ,onde forti e dolcissimi suoni muovon i passi ,gli occhi ed cuor. La natura ruota col verde ed il rosso delle foglie al tramonto ,tutto il resto si sà è un brivido felino :il mondo -Roberto da Messina-

Giusy Bo dopo i quarant’anni….s incomincia a vedere la vita in modo diverso..e la concretizzazione di queste tre opere lo dimostra….Bacio

Nunzia Zambardi Michele….condivido il tuo pensiero sull’arte ….più di ogni altra cosa aiuta ad affrontare i momenti oscuri della vita ed è proprio in quei momenti che si ha la produzione migliore….

Carmela Francia Un’anima inquieta e dolcissima,molto “musicale”….grazie

Roberto Lo Presti Ogni suono si dipana leggero nell’aere e si adagia sulle mani di chi scrivi e dipinge…- I pennelli son un pò tremanti ma le onde sonore correggon e danno la giusta misura pur coloristicaaa…! Roberto-

Michele Sabatino
Copyright © 2009
TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Acustica III (80×60 acrilico su tela)

Se l’arte esprime anche un momento di riflessione istantanea rispetto a un momento no, allora fissare su di una tela lo sguardo interiore rappresenta un modo solidale di relegare certi problemi e renderli comuni a chi sente fortemente la sua umanità.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Si l’art exprime un moment de réflexion aussi instantanea je respecte à un moment non, alors fixer sur toile le regard intérieur représente une manière consociativo de reléguer certains problèmes et les rendre communes à qui il entend partecipe vivement son humanité

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Si el arte también expresa un momento de reflexión instantanea con respecto de un momento no, entonces fijar sobre tela la mirada interior representa un modo consociativo de relegar ciertos problemas y hacerlos comúnes a quien siente fuertemente partícipe su humanidad

Commenti degli internauti su questo quadro raccolti da Fb:

Guglielmo Donzella Una bellissima mano un sentito complimento

Roberto Lo Presti     Due temi in uno. Il primo maledettamente lugubre ,straziante nerissimo più del viso nero del fochista di un treno in corsa e poi …sbandar alla prima curva…!- Molto molto triste e terribilmente vero. Il secondo da esaminar nei color…i e nei segni turbati dal linguaggio interiore specchio di una umanità frantumata a piccolissimi cocchi pur sotto il fangooo…!-Tremori, fulmini e saette definiscon il plafond grigio e decisamente balordo di speranze nulle o vicine allo zero od ancor a forma indeterminate : infinito / (su) infinito…! “Sturm und Drang “dell’anima scollata dal corpo e dalla mente non più pensante minimamente…: ‘Gott mit uns’…-Roberto Lo Presti da Messina

Nunzia Zambardi       Michele….quanti momenti no nella vita!…..ma noi non smettiamo di vivere e continuiamo a percepire sia il mondo esterno che quello interno……le nostre opere,a volte incomprese,racchiudono le nostre espressioni di dolori e di gioie……. ciò che conta è non reprimersi ma raccontare sempre se stessi creando così una unità di intenti che serve alla maturazione di un individuo….Riesco a capirti attraverso i tuoi quadri dove esiste sempre un tentativo della coscienza di trasformare in segni , immagini,storie comprensibili le attivazioni spontanee e volontarie del tuo animo….continua …..auguri per il nuovo anno…

Adriana Scanferla Molto bello il tuo dipinto, sembra illuminato da una luce interna. Auguri di soddisfazioni e felicità per quest’anno Nuovo tutto da scoprire

——————–

Ho abbinato al quadro questa splendida poesia di Allen Ginsberg nella sua prima parte:

Urlo

Ho visto le migliori menti della mia generazione

distrutte dalla pazzia, affamate, nudem isteriche

trascinarsi per strade di negri all’alba in cerca di droga rabbiosa

hipster dal capo d’angelo ardenti per l’antico contatto celeste

con la dinamo stellata nel macchinario della notte,

che in miseria e stracci e occhi infossati stavano su partiti a fumare nel buio soprannaturale di soffitte a acqua

fredda fluttuando nelle cime delle città, contemplando jazz

che mostravano il cervello al Cielo sotto la Elevated

e vedevano angeli Maomettani illuminati barcollanti su tetti di casermette

che si accucciavano in mutande in stanze non sbarbate bruciando denaro nella spazzatura

e ascoltando il Terrore attraverso il muro

Ho visto le migliori menti della mia generazione che mangiavano fuoco in hotel ridipinti

o bevevano trementina in Paradise Alley, morte, o si purgatoriavano il torace

notte dopo notte con sogni, con droghe, con incubi a occhi aperti, alcol e cazzo e balle-sballi senza fine,

che vagavan su e giù a mezzanotte per depositi ferroviari cheidendosi dove andare, e andavano, senza lasciare cuori spezzati,

Ho visto le migliori menti della mia generazione

che trombavano in limousine col cinese di Oklahoma su impulso invernale mezzonotturno illampionata pioggia di provincia,

che ciondolavano affamate e sole per Houston cercando jazz o sesso o zuppa,

e seguivan quel brillante spagnolo per coversar d’America e d’Eternità, tempo sprecato, e poi via per nave in Africa

(Allen Ginsberg)

Carlos Sanchez Straordinario poema nella tua moderazione di colori!

Bruno Espositol’arte si libra..altissima….poi nel rimugino interiore si rimesta..e vive il suo creare di coerente segno e maestria…malgrado nuvole..e tracce sinistre…mi piace il tono lieve quasi monocromatico..dal grigio degradante..a celeste..OK.

Michele Sabatino come il salto dell’uomo verso un traguardo migliore, Bruno,il pittore si aggrappa al pennello per un ritorno all’existenz minimum esteriore dopo il suo viaggio all’interno dell’animo solcato dai residui lasciati dalle circostanze

Virginia ComoIo finora non ho visto nulla, nessuno. Non ho visto anima viva. Solo cadaveri.

Bruno Espositocadaveri..a giacere, già a stimolare pianto e dolore..se poi la vita..imputidrisce e poi rinasce..in fiore..e crea i sottoboschi eterni..di cui gli stessi occhi..che pria stillavan sangue..ora..si colmono..d’intenso brulichio..

Carmela Franciaintrospezione dolorosa e inevitabile per potersi ritrovare,per trovare pace….forse non è un caso che tutto sia contornato dal blu che regala respiro…grazie Michele

Antonella Di Pietro la tua opera esprime bene il disagio e l’inadeguatezza di anime fluttuanti…

Michele Sabatino
Copyright © 2009
TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Acustica II – (acrilico su tela 80×60)

Commenti degli internauti su quest’opera:

Silvana Passanante uno più bello dell’altro!grazie x la bellezza dell’arte condivisa!

Lella Guardigli La crescita personale consiste anche nell’ accogliere il dolore, attraversarlo e lasciarsi trafiggere senza tirarsi indietro o parare i colpi, porgere tutta la fisicità e l’ interiorità, per poi essere pronti a nuove consapevolezze. La creatività, l’arte, il percepire, la sensibilità, l’attenzione verso noi stessi e ciò che ci circonda sono doni attraverso i quali si esplica la nostra essenza. Ed è sempre un divenire. Grazie di questa condivisione, Michele.

Michele Sabatino
Copyright © 2010
TUTTI I DIRITTI RISERVATI